Dino - anni 60

Poliziano, nasce nel 1961 quando Dino Carletti acquista il primo nucleo di 22 ettari innamorato della sua terra natia e la sua infinita tradizione vinicola. Il suo nome è un omaggio proprio a questo. Viene infatti definito Poliziano ciascun natio di Montepulciano, tra questi il più noto è l’umanista e poeta Angelo Ambrogini (1454-1494), detto il “Poliziano”, rappresentato nel logo.

Dino - anni 60

Poliziano, nasce nel 1961 quando Dino Carletti acquista il primo nucleo di 22 ettari, innamorato della sua terra natia e la sua infinita tradizione vinicola. Il suo nome è un omaggio proprio a questo. Viene infatti definito Poliziano ciascun natio di Montepulciano, tra questi il più noto è l’umanista e poeta Angelo Ambrogini (1454-1494), detto il “Poliziano”, rappresentato nel logo.

Federico - anni 70 e 80

Federico Carletti, figlio di Dino, terminati gli studi in Agraria assume la direzione aziendale a fine anni 70. Imprime subito una svolta professionale e filosofica studiando e lavorando soltanto uve di proprietà (“Estate Winery”). L’Azienda negli anni è cresciuta fino a raggiungere gli attuali 170 ettari coltivati a vigneto. Concentrato sulla viticoltura di qualità, moderna ma rispettosa dell’ambiente e della tradizione, ottiene un Vino Nobile di grande spessore che riesce a coinvolgere anche il gusto internazionale.

Federico - anni 70/80

Federico Carletti, figlio di Dino, terminati gli studi in Agraria assume la direzione aziendale a fine anni 70. Imprime subito una svolta professionale e filosofica studiando e lavorando soltanto uve di proprietà (“Estate Winery”). L’Azienda negli anni è cresciuta fino a raggiungere gli attuali 170 ettari coltivati a vigneto. Concentrato sulla viticoltura di qualità, moderna ma rispettosa dell’ambiente e della tradizione, ottiene un Vino Nobile di grande spessore che riesce a coinvolgere anche il gusto internazionale.

Verso la qualità - anni 90

Federico nel perseguire la qualità e l’eccellenza nei propri vini ha sempre rinnovato le tecniche sia in campagna che in cantina. La varietà locale per eccellenza, il Sangiovese, che nel territorio di Montepulciano è conosciuto col nome di “Prugnolo Gentile”, è stata studiata ed esaltata, arrivando ad una conoscenza profonda ed il pieno controllo dei nostri vigneti. Al contempo negli anni ’90 sono state impiantate varietà internazionali, come Cabernet Sauvignon e Merlot, inizialmente usate nei blend con il Sangiovese e più tardi sempre più in purezza. Questa voglia di esplorare portò Federico ad espandersi, prima in Maremma nel 1997 e poi a Cortona nel 2000.

Verso la qualità - anni 90

Federico nel perseguire la qualità e l’eccellenza nei propri vini ha sempre rinnovato le tecniche sia in campagna che in cantina. La varietà locale per eccellenza, il Sangiovese, che nel territorio di Montepulciano è conosciuto col nome di “Prugnolo Gentile”, è stata studiata ed esaltata, arrivando ad una conoscenza profonda ed il pieno controllo dei nostri vigneti. Al contempo negli anni ’90 sono state impiantate varietà internazionali, come Cabernet Sauvignon e Merlot, inizialmente usate nei blend con il Sangiovese e più tardi sempre più in purezza. Questa voglia di esplorare portò Federico ad espandersi, prima in Maremma nel 1997 e poi a Cortona nel 2000.

Presente e futuro

Forte della grande conoscenza delle potenzialità del territorio di Montepulciano, Federico, da ormai quasi vent’anni, si concentra nella massima esaltazione ed espressione dello stesso nei suoi vini, dalla vigna sempre più ‘naturale’ al legno sempre meno invasivo, l’obiettivo è che tipicità e naturalezza si esprimano. Negli ultimi vent’anni si è anche dedicato allo studio geologico di tutti gli appezzamenti, dando così vita a due “cru” di grande notorietà, la completa eliminazione di prodotti chimici in vigna, arrivando passo dopo passo ad un’agricoltura sostenibile e, dal 2021, a vini certificati biologici.

Presente e futuro

Forte della grande conoscenza delle potenzialità del territorio di Montepulciano, Federico, da ormai quasi vent’anni, si concentra nella massima esaltazione ed espressione dello stesso nei suoi vini, dalla vigna sempre più ‘naturale’ al legno sempre meno invasivo, l’obiettivo è che tipicità e naturalezza si esprimano. Negli ultimi vent’anni si è anche dedicato allo studio geologico di tutti gli appezzamenti, dando così vita a due “cru” di grande notorietà, la completa eliminazione di prodotti chimici in vigna, arrivando passo dopo passo ad un’agricoltura sostenibile e, dal 2021, a vini certificati biologici.

Terza generazione - oggi

La passione familiare per il vino ed il territorio continua con Francesco e Maria Stella, che rispettivamente dal 2019 e 2021, fungono da consiglieri fondamentali di Federico per interpretare ed affrontare le sfide attuali e future di Poliziano.

Terza generazione - oggi

La passione familiare per il vino ed il territorio continua con Francesco e Maria Stella, che rispettivamente dal 2019 e 2021, fungono da consiglieri fondamentali di Federico per interpretare ed affrontare le sfide attuali e future di Poliziano.

La ricerca dell’eccellenza inizia dalle uve provenienti dai nostri vigneti di proprietà, che conosciamo e curiamo parcella per parcella. Dalla scelta varietale e dei sesti di impianto, ogni passaggio avviene tra le mani esperte dei vignaioli poliziani, che intervengono sulla base delle specifiche condizioni di ogni pianta e di ogni annata. La coltivazione è rigorosamente biologica, metodo Simonit&Sirch, volto alla continuità e vitalità di ogni singola pianta senza dipendere da prodotti chimici, ma da sane radici e vasi linfatici.

Tutte attenzioni che contribuiscono ad esaltare l’unicità e la tipicità di ogni vitigno in un territorio variegato come quello di Montepulciano. Tale peculiarità ha portato l’azienda Poliziano ad individuare differenti Cru, di cui, ad oggi imbottigliati Asinone e Caggiole.

L’azienda Poliziano possiede vigneti appartenenti a quattro aree differenti: Montepulciano, Montefollonico, Maremma e Cortona. 

La ricerca dell’eccellenza inizia dalle uve provenienti dai nostri vigneti di proprietà, che conosciamo e curiamo parcella per parcella. La scelta varietale e dei sesti di impianto e’ stata fatta meticolosamente, e rispetta il particolare terreno della parcella, esaltandolo.  Ogni passaggio avviene tra le mani esperte dei vignaioli poliziani, che intervengono sulla base delle specifiche condizioni di ogni pianta e di ogni annata. La coltivazione è rigorosamente biologica, metodo Simonit&Sirch, volto alla continuita’ e vitalita’ di ogni singola pianta senza dipendere da prodotti chimici, ma da sane radici e vasi linfatici. 

Tutte attenzioni che contribuiscono ad esaltare l’unicità e la tipicità di ogni vitigno in un territorio variegato come quello di Montepulciano. Tale peculiarità ha portato l’azienda Poliziano ad individuare differenti Cru, di cui, ad oggi imbottigliati Asinone e Caggiole.

L’azienda Poliziano possiede vigneti appartenenti a tre aree differenti: Montepulciano, Maremma e Cortona. 

Scopri i nostri Vigneti cliccando sulla regione corrispondente

MONTEPULCIANO

Montepulciano
Asinone Asinaccio Caggiole - Terrazze Caggiole - Vignone Gracciano Valiano

Asinone

Exposure: Sud/Sud-Ovest,
Altitude: 350- 400 m.s.l.m.
Geological Origin: Pliocenica
Composition: Sedimenti di tipo argilloso di colore bruno chiaro che spesso poggiano su sabbie compatte. La composizione è calcarea con alta concentrazione di fosfati calcio-magnesiaci, responsabili di una alta mineralità.

Succosità, compattezza e persistenza. Ad un chilometro in linea d’aria da ‘Le Caggiole’, si trova Asinone. La forma a dorso d’asino del poggio dà il nome all’area, e successivamente ad uno dei primi vini a singola vigna della Toscana e d’Italia.

Asinaccio

Esposizione: Nord/Nord-Est
Altitudine: 350- 400 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Argilloso limosa con calcio e magnesio.

Contrafforte argilloso al di sopra dell’Asinone, dallo stile speculare, ma più fresco.

Caggiole - Terrazze

Esposizione: Est
Altitudine: 300-370 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Sabbiosa con lenti limose ad alta concentrazione di calcio.
Destinata a Vino Nobile di Montepulciano.

Sotto Le Caggiole si spaziano le sue terrazze. Stessa antica origine, con altitudini e composizioni fragmentate.

Caggiole - Vignone

Esposizione: Est
Altitudine: 350-370m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Sedimenti costituiti da sabbie grossolane con presenza di puddinghe, arenarie e fossili marini. La composizione delle sabbie è leggermente calcarea con importante concentrazione di potassio ed i suoi sali, Destinata a Caggiole.

Eleganza verticalità e tensione. L’area esposta ad Est garantisce un microclima a sé, mite e fresco, unico a Montepulciano, e fin dai tempi antichi era rinomata per essere vocata alla produzione di vini di grande equilibrio e sapidità.

Gracciano

Esposizione: Sud-Ovest
Altitudine: 290-310 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Argille limose su ciottolami e sabbie di origine pliocenica.

Gracciano è la zona che incornicia l’azienda, nonché tra le più antiche proprietà.

Valiano

Esposizione: Ovest
Altitudine: 320-350 m.s.l.m.
Origine geologica: Pleistocenica
Composizione: Argille e sabbie fini.

La zona di Valiano, più recente di Montepulciano, è caratterizzata da tannini tenui e sfumati.

MONTEFOLLONICO

Montefollonico
I Pozzi

I Pozzi

Esposizione: Sud
Altitudine: 400-450 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Ciottoli alternati da lenti argilloso-limose ad alta concentrazione calcarea e sali di ferro e magnesio.

Sotto il borgo di Montefollonico, affacciandosi su Montepulciano, l'area de ‘I Pozzi’ si distingue per la purezza del terreno, antichissimo, donando al vino un timbro fine e memorabile.

CORTONA

Cortona
Farneta

Farneta

Esposizione: Mista
Altitudine: 300 mslm
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: terreni argillosi compatti e densi contenenti ossido di ferro
Destinata a In Violas (Cortona DOC).

Caratterizzata da vasti altopiani con alta concentrazione di argilla Pliocenica, l’area di Cortona è estremamente vocata per il Merlot. Nel 2006 infatti qua nasce l’InViolas, un Merlot dal carattere toscano.

MAREMMA

Maremma
Magliano

Magliano

Esposizione: Sud, Sud-Ovest
Altitudine: 100 m slm
Origine geologica: Pseudoverrucano
Composizione: declivi con ricchissima presenza di scheletro (macigno galestro)
Destinata a 18 ha a Morellino di Scansano e 9ha a Mandrone di Lohsa (Maremma DOC)

La vicinanza con il mare ed il terreno sono artefici di vini caldi e speziati, capaci di rievocare l'intensità del carattere mediterraneo.

Cantina

Il precorso di qualità prosegue in cantina, costruita ed ampliata negli anni, dove tutta l’esperienza e le cure sono volte a produrre un vino elegante, naturale, non omologato e che interpreti al meglio il terroir. Una prima selezione delle uve avviene in campo con la raccolta manuale. La seconda avviene in cantina con selezionatore ottico, invece, per i nostri Cru è manuale.

Cantina

Il precorso di qualità prosegue in cantina, costruita ed ampliata negli anni, dove tutta l’esperienza e le cure sono volte a produrre un vino elegante, naturale, non omologato e che interpreti al meglio il terroir. Una prima selezione delle uve avviene in campo con la raccolta manuale. La seconda avviene in cantina con selezionatore ottico, invece, per i nostri Cru è manuale.

Vinificazione

La vinificazione rigorosamente parcellare avviene in tini tronco conici di ridotte dimensioni con lieviti autoctoni a temperature costanti intorno ai 26 °C. L’obiettivo è estrarre la componente polifenolica di più elevata qualità (tannini nobili).

Vinificazione

La vinificazione rigorosamente parcellare avviene in tini tronco conici di ridotte dimensioni con lieviti autoctoni a temperature costanti intorno ai 26 °C. L’obiettivo è estrarre la componente polifenolica di più elevata qualità (tannini nobili).

Affinamento

L’affinamento del vino avviene in legni di diverse dimensioni e tipologia (barrique, Tonneaux, botti da 30,60 e 80 hl), nell’ottica di non alterare la territorialità bensì di esaltarla. Il tutto avviene in un ambiente inaugurato nel 2005 dove è possibile controllare il livello di umidità e temperatura. Segue un periodo di maturazione in bottiglia a seconda del vino.

Affinamento

L’affinamento del vino avviene in legni di diverse dimensioni e tipologia (barrique, Tonneaux, botti da 30,60 e 80 hl), nell’ottica di non alterare la territorialità bensì di esaltarla. Il tutto avviene in un ambiente inaugurato nel 2005 dove è possibile controllare il livello di umidità e temperatura. Segue un periodo di maturazione in bottiglia a seconda del vino.

Archivio storico

Più di mezzo secolo di storia aziendale è minuziosamente conservato nel tunnel che collega la cantina di vinificazione alla barricaia. Una libreria in cui si può apprezzare l’evoluzione dell’Azienda Poliziano.

Archivio storico

Più di mezzo secolo di storia aziendale è minuziosamente conservato nel tunnel che collega la cantina di vinificazione alla barricaia. Una libreria in cui si può apprezzare l’evoluzione dell’Azienda Poliziano.

Dino - anni 60

Poliziano, nasce nel 1961 quando Dino Carletti acquista il primo nucleo di 22 ettari innamorato della sua terra natia e la sua infinita tradizione vinicola. Il suo nome è un omaggio proprio a questo. Viene infatti definito Poliziano ciascun natio di Montepulciano, tra questi il più noto è l’umanista e poeta Angelo Ambrogini (1454-1494), detto il “Poliziano”, rappresentato nel logo.

Federico - anni 70 e 80

Federico Carletti, figlio di Dino, terminati gli studi in agraria assume la direzione aziendale nel 1980. Imprime subito una svolta professionale e filosofica studiando e lavorando soltanto uve di proprietà (“Estate Winery”). L’Azienda negli anni è cresciuta fino a raggiungere gli attuali 170 ettari tutti coltivati a vigneto. Concentrato sulla viticultura di qualità, moderna ma rispettosa dell’ambiente e della tradizione, ottiene un Vino Nobile di grande spessore che riesce a coinvolgere anche il gusto internazionale.

Verso la qualità - anni 90

Federico nel perseguire la qualità e l’eccellenza nei propri vini ha sempre rinnovato le tecniche sia in campagna che in cantina. La varietà locale per eccellenza, il Sangiovese, che nel territorio di Montepulciano è conosciuto col nome di “Prugnolo Gentile”, è stata studiata ed esaltata, arrivando ad una conoscenza profonda ed il pieno controllo dei nostri vigneti. Al contempo negli anni ’90 sono state impiantate varietà internazionali, come Cabernet Sauvignon e Merlot, inizialmente usate nei blend con il Sangiovese e più tardi sempre più in purezza. Questa voglia di esplorare portò Federico ad espandersi, prima in Maremma nel 1997 e poi a Cortona nel 2000.

Presente e futuro

Forte della grande conoscenza delle potenzialità del territorio di Montepulciano, Federico, da ormai quasi vent’anni, si concentra nella massima esaltazione ed espressione dello stesso nei suoi vini, dalla vigna sempre più ‘naturale’ al legno sempre meno invasivo, l’obbiettivo è che tipicità e naturalezza si esprimano. Negli ultimi vent’anni si è anche dedicato allo studio geologico di tutti gli appezzamenti, dando così vita a due “cru” di grande notorietà, la completa eliminazione di prodotti chimici in vigna, arrivando passo dopo passo ad un’agricultura sostenibile e, dal 2021, a vini certificati biologici.

Terza generazione - oggi

La passione familiare per il vino ed il territorio continua con Francesco e Maria Stella, che rispettivamente dal 2019 e 2021, fungono da consiglieri fondamentali di Federico per interpretare ed affrontare le sfide attuali e future di Poliziano.

La ricerca dell’eccellenza inizia dalle uve provenienti dai nostri vigneti di proprietà, che conosciamo e curiamo parcella per parcella. La scelta varietale e dei sesti di impianto è stata fatta meticolosamente, e rispetta il particolare terreno della parcella, esaltandolo.  Ogni passaggio avviene tra le mani esperte dei vignaioli poliziani, che intervengono sulla base delle specifiche condizioni di ogni pianta e di ogni annata. La coltivazione è rigorosamente biologica, metodo Simonit&Sirch, volto alla continuità e vitalità di ogni singola pianta senza dipendere da prodotti chimici, ma da sane radici e vasi linfatici. 

Tutte attenzioni che contribuiscono ad esaltare l’unicità e la tipicità di ogni vitigno in un territorio variegato come quello di Montepulciano. Tale peculiarità ha portato l’azienda Poliziano ad individuare differenti Cru, di cui, ad oggi imbottigliati Asinone e Caggiole.

L’azienda Poliziano possiede vigneti appartenenti a quattro aree differenti: Montepulciano, Montefollonico, Maremma e Cortona. 

MONTEPULCIANO

Montepulciano-Mobile
Asinone Asinaccio Caggiole - Terrazze Caggiole - Vignone Gracciano Valiano

Asinone

Esposizione: Sud/Sud-Ovest,
Altitudine: 350- 400 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Sedimenti di tipo argilloso di colore bruno chiaro che spesso poggiano su sabbie compatte. La composizione è calcarea con alta concentrazione di fosfati calcio-magnesiaci, responsabili di una alta mineralità.

Succosità, compattezza e persistenza. Ad un chilometro in linea d’aria da ‘Le Caggiole’, si trova Asinone. La forma a dorso d’asino del poggio dà il nome all’area, e successivamente ad uno dei primi vini a singola vigna della Toscana e d’Italia.

Asinaccio

Esposizione: Nord/Nord-Est
Altitudine: 350- 400 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Argilloso limosa con calcio e magnesio.

Contrafforte argilloso al di sopra dell’Asinone, dallo stile speculare, ma più fresco.

Caggiole - Terrazze

Esposizione: Est
Altitudine: 300-370 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Sabbiosa con lenti limose ad alta concentrazione di calcio.
Destinata a Vino Nobile di Montepulciano.

Sotto Le Caggiole si spaziano le sue terrazze. Stessa antica origine, con altitudini e composizioni fragmentate.

Caggiole - Vignone

Esposizione: Est
Altitudine: 350-370m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Sedimenti costituiti da sabbie grossolane con presenza di puddinghe, arenarie e fossili marini. La composizione delle sabbie è leggermente calcarea con importante concentrazione di potassio ed i suoi sali, Destinata a Caggiole.

Eleganza verticalità e tensione. L’area esposta ad Est garantisce un microclima a sé, mite e fresco, unico a Montepulciano, e fin dai tempi antichi era rinomata per essere vocata alla produzione di vini di grande equilibrio e sapidità.

Gracciano

Esposizione: Sud-Ovest
Altitudine: 290-310 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Argille limose su ciottolami e sabbie di origine pliocenica.

Gracciano è la zona che incornicia l’azienda, nonché tra le più antiche proprietà.

Valiano

Esposizione: Ovest
Altitudine: 320-350 m.s.l.m.
Origine geologica: Pleistocenica
Composizione: Argille e sabbie fini.

La zona di Valiano, più recente di Montepulciano, è caratterizzata da tannini tenui e sfumati.

MONTEFOLLONICO

Montefollonico-Mobile
I Pozzi

I Pozzi

Esposizione: Sud
Altitudine: 400-450 m.s.l.m.
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: Ciottoli alternati da lenti argilloso-limose ad alta concentrazione calcarea e sali di ferro e magnesio.

Sotto il borgo di Montefollonico, affacciandosi su Montepulciano, l'area de ‘I Pozzi’ si distingue per la purezza del terreno, antichissimo, donando al vino un timbro fine e memorabile.

CORTONA

Cortona-Mobile
Farneta

Farneta

Esposizione: Mista
Altitudine: 300 mslm
Origine geologica: Pliocenica
Composizione: terreni argillosi compatti e densi contenenti ossido di ferro
Destinata a In Violas (Cortona DOC).

Caratterizzata da vasti altopiani con alta concentrazione di argilla Pliocenica, l’area di Cortona è estremamente vocata per il Merlot. Nel 2006 infatti qua nasce l’InViolas, un Merlot dal carattere toscano.

MAREMMA

Maremma-Mobile
Magliano

Magliano

Esposizione: Sud, Sud-Ovest
Altitudine: 100 m slm
Origine geologica: Pseudoverrucano
Composizione: declivi con ricchissima presenza di scheletro (macigno galestro)
Destinata a 18 ha a Morellino di Scansano e 9ha a Mandrone di Lohsa (Maremma DOC)

La vicinanza con il mare ed il terreno sono artefici di vini caldi e speziati, capaci di rievocare l'intensità del carattere mediterraneo.

Cantina

Il precorso di qualità prosegue in cantina, costruita ed ampliata negli anni, dove tutta l’esperienza e le cure sono volte a produrre un vino elegante, naturale, non omologato e che interpreti al meglio il terroir. Una prima selezione delle uve avviene in campo con la raccolta manuale. La seconda avviene in cantina con selezionatore ottico, invece, per i nostri Cru è manuale.

Vinificazione

La vinificazione rigorosamente parcellare avviene in tini tronco conici di ridotte dimensioni con lieviti autoctoni  a temperature costanti intorno ai 26 °C. L’obiettivo è estrarre la componente polifenolica di più elevata qualità (tannini nobili).

Affinamento

L’affinamento del vino avviene in legni di diverse dimensioni  e tipologia (barrique, Tonneaux, botti da 30,60 e 80 hl), nell’ottica di non alterare la territorialità bensì di esaltarla. Il tutto avviene in un ambiente inaugurato nel 2005 dove è possibile controllare il livello di umidità e temperatura. Segue un periodo di maturazione in bottiglia a seconda del vino.

Archivio storico

Più di mezzo secolo di storia aziendale è minuziosamente conservato nel tunnel che collega la cantina di vinificazione alla barricaia. Una libreria in cui si può apprezzare l’evoluzione dell’ Azienda Poliziano.

Acquista Online